Navigazione veloce
> Fondazione Liceo Crespi

Fondazione Liceo Crespi

IL LICEO CLASSICO E LA CITTà : IL PERCHé DI UN PROGETTO DI FONDAZIONE DEL LICEO CRESPI

Che il Liceo Classico e Linguistico Daniele Crespi fosse, con i suo 85 anni di tradizione culturale, il cuore di una città, che ne ha fatto il proprio vanto, non è cosa nuova. Capace di attrarre una popolazione scolastica articolata per interessi, estrazione sociale ed attitudini, ha saputo fornire costantemente un modello di studi seri e rigorosi, mantenendosi attento alle trasformazioni della realtà circostante e nel contempo  consolidando il legame con la classicità e l’alta tradizione culturale.  Il suo progetto educativo, che si è arricchito da quest’anno con importanti iniziative culturali ma anche con l’alternanza scuola lavoro, con la progettualità Comenius,  con un forte investimento verso l’informatizzazione, l’internazionalizzazione dei curricoli e  l’eccellenza, oltre che verso  il  benessere degli studenti e il loro recupero, si distingue per l’attenzione allo sviluppo delle capacità di analisi e di critica, nella consapevolezza della propria radice culturale: il tutto, nel rispetto delle diversità, nell’apertura alla pluralità, alla solidarietà e al dialogo.

Per meglio sostenere l’ambizioso  progetto educativo, l’Istituto sente ora il bisogno di chiedere alla città il proprio sostegno ideale e culturale: da qui l’idea, nata dal nuovo Dirigente prof.ssa Cristina Boracchi, di chiamare a raccolta le più significative istanze culturali del territorio, ex studenti ormai affermati nelle alte professionalità, elementi significativi e di spicco del contesto urbano per dare vita a una Fondazione che, nel tempo, possa sostenere anche economicamente progetti aperti, come destinatari, ai propri studenti e alla città intera, divenendone interlocutore a tutti gli effetti.

L’idea, che si radica nella necessità di proporre il bilancio sociale di un Istituto scolastico che vuole dimostrare  il valore aggiunto che ricade sul territorio nell’implementare le competenze del personale docente e degli studenti, professionisti di domani e speranza dello sviluppo futuro,  ha già visto una forte adesione di molte realtà ed è ora in fase avanzata. La Fondazione, che non ha scopi di lucro, ha sede in Busto Arsizio presso l’Istituto “Liceo Classico “D. Crespi”, proponendosi l’esclusivo perseguimento di finalità culturali nell’ambito territoriale della Regione Lombardia, promuovendo iniziative intese, in via prevalente, alla formazione attraverso il sostegno alla persona nel suo itinerario formativo, educativo e scolastico, tramite il sostegno a strutture educative, culturali e ricreative, nonché intese anche alla promozione della cultura e dell’arte, attraverso la promozione di attività culturali aperti al territorio.

La Fondazione, che nasce dall’iniziativa privata ma spera di potere collaborare sinergicamente con gli EE.LL., persegue quindi la promozione e l’organizzazione di corsi e convegni, studi  e   ricerche  finalizzati  all’attività   di  formazione e accreditamento di competenze, raccolta  della documentazione,  catalogazione, pubblicazione anche di beni culturali, nonché la  promozione di iniziative di interesse culturale; l’approfondimento   culturale,  l’ampliamento dell’offerta formativa dell’Istituto,  la   ricerca   scientifica, l’attività’   di   comunicazione   connessi   all’educazione,   alla istruzione,   al   lavoro,   alla   impresa   sociale   del   settore cosiddetto del “no profit”; la promozione, il sostegno, la diffusione e lo sviluppo di esperienze no profit e di strutture finalizzate al loro servizio nel   campo   della  cultura, della   formazione,   dell’educazione   e   dell’istruzione.

Un primo segnale di riconoscimento viene dalla Amministrazione Provinciale, che ha già fattivamente sostenuto l’iniziativa nell’ottica di una scommessa che potrà essere vinta solo con la forza di una intera città: una città possa accogliere un’ idea che di fatto assecondi e ribadisca la percezione di un Istituto scolastico ‘della città , incastonato ‘nella città e che opera ‘per la città tutta.

Il Consiglio di Amministrazione è composto dalla prof.ssa Lucia Marrese (Presidente), dalla Vicepresidente dott.ssa Paola Ceccuzzi e dalla Dirigente dell’Istituto, prof.ssa Cristina Boracchi, che presiede anche il Collegio dei Fondatori.

Un particolare ringraziamento va agli Amici del Liceo, alla Famiglia Bustocca, ai Lions Europa Cisalpino di Busto Arsizio, che hanno sostenuto l’iniziativa, come pure ai Sigg. Paola, Alessandra e Bruno Ceccuzzi, al dott. Bruno Tosi, al dott. W. Fazio, all’ avvocato Roberto Porrello, che hanno accolto la scommessa lanciata dal DS dell’Istituto, sostenendo fattivamente anche grazie alla loro competenza la messa a punto della documentazione.

Ma un particolare grazie va al dott. Lainati, Notaio a Gallarate, che ha generosamente messo a disposizione della Fondazione tutte le competenze e i servizi del proprio Studio per la realizzazione del progetto.

Per il raggiungimento degli scopi, la Fondazione potrà svolgere   ogni   attività consentita   dalla   legge   e   in   via esemplificativa ideare, sostenere, promuovere, organizzare e finanziare direttamente o  indirettamente  attività    scientifiche, seminari, corsi di ogni genere, manifestazioni culturali e artistiche,  ricerche  ed attività  di studio nonché  mostre stabili   o   periodiche,   convegni,   meeting,   pubblicazioni, espressioni pubblicitarie e altre iniziative connesse. In tal senso potrà fare ricorso ai mezzi di comunicazione ritenuti   più  opportuni, ivi  compresi       stampa, radiotelevisione,   sistemi  multimediali  e  virtuali  a  livello locale, nazionale o internazionale;   ricevere   contributi   e   sovvenzioni   da   enti   pubblici, territoriali e non, e privati, partecipare ad organismi ed enti nazionali ed internazionali di ogni genere; ideare, sostenere, promuovere, organizzare, finanziare, favorire il Liceo Crespi nel campo della istruzione, dell’educazione e della formazione.

 

Statuto Fondazione

lettera soci fondatori

lettera studenti e genitori