Navigazione veloce

I VINCITORI DELL’AGONE DI LINGUA GRECA edizione 2018

 

I VINCITORI DELL’AGONE DI LINGUA GRECA edizione 2018

 

Si è concluso con la premiazione del 12 maggio scorso l’Agone Interprovinciale di lingua Greca promosso dal Liceo Crespi, in collaborazione con l’Associazione Italiana di Cultura Classica – sezione Lombardia – sotto l’alto patrocinio del Ministero dell’ Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Territoriale di Varese – e della Provincia di Varese. Proprio per sottolineare l’importanza di un evento culturale che è stato capace di coinvolgere tanti ragazzi su temi apparentemente lontani dagli interessi dei giovani, erano presenti all’evento, oltre alla Dirigente del Crespi Cristina Boracchi, l’assessore del Comune di Busto Gigi Farioli e il rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale Angelo Maraschiello che hanno di persona consegnato gli attestati a tutti i partecipanti.

Il Presidente della Commissione giudicatrice, Giuseppe Zanetto, ordinario di Letteratura Greca all’Università Statale di Milano, ha poi introdotto il tema della VIII edizione dell’Agone, ovvero “I Greci e la physis: la percezione della natura nella letteratura greca”. I passi proposti erano la descrizione che Omero fa del porto di Itaca nel momento in cui i Feaci vi approdano portando a casa Ulisse, e un quadro dell’Egitto del re Busiride, passo di un’orazione di Isocrate non proprio notissima nelle scuole, apologia un po’ provocatoria di un re violento.

Un commento assai lusinghiero è stato riservato ai lavori degli studenti, in particolare a quello vincitore assoluto: una traduzione di Omero non solo corretta ma anche attenta allo stile, corredata da un commento intelligente e approfondito.

Sono risultati vincitori i seguenti studenti:

primo classificato: MARIA BEATRICE TOSI Liceo G. Pascoli, Gallarate

secondo classificato: MARCO PALOMBELLI Liceo G. Berchet, Milano

terzo classificato: MATTIA MOSCONI Liceo G. Pascoli, Gallarate

menzione speciale: LORENZO COLOMBO Liceo G. Carducci, Milano

Nella stessa sede è stata premiata Clelia Altomonte, del Liceo Crespi, che ha conseguito la menzione d’onore per il X Certamen Cremonense.

Da tutti è emerso il plauso per una sfida che la licealità classica sta vincendo nella logica di una scuola non solo job oriented: le competenze e la ricchezza culturale della frequentazione dei classici aprono infatti orizzonti di senso e sostengono una abilità critica davvero uniche. I licei classici nazionali sono ormai riuniti in una rete che dà vita annualmente alla notte dei licei classici. A questa rete si è unita la neonata rete regionale, che muove il prossimo 18 maggio 2018 i suoi primi passi con una prova regionale sulle competenze degli studenti del biennio in merito alla lingua greca, per un futuro certificativo della stessa come avviene per le lingue moderne.

 

 

  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.