Navigazione veloce

IL LICEO CRESPI ACCOGLIE IL PIANISTA RAMIN BAHRAMI

IL LICEO CRESPI ACCOGLIE IL PIANISTA RAMIN BAHRAMI

 

Un festoso benvenuto al M° Ramin Bahrami che incontrerà gli studenti durante la mattina del 30 gennaio: un’occasione unica di dialogare con note e parole in un’atmosfera di respiro internazionale, per conoscere meglio il meraviglioso mondo della musica.

 

L’evento si inserisce nella prima edizione del Festival BAClassica, iniziativa realizzata dall’Associazione Musicale G. Rossini, in collaborazione con il Comune di Busto Arsizio e il patrocinio della Regione Lombardia. La prestigiosa istituzione musicale, fondata da Ariodante Coggi, primo violino del Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione di Arturo Toscanini, festeggia i cento anni di attività, un bel pezzo di storia della città; la sua attenzione ai giovani non poteva che realizzarsi nel coinvolgimento delle scuole, grazie anche agli insegnanti come la prof.ssa Monoca Balabio che naturalmente coinvolgerà tutte le sue classi.

 

Il Festival BAClassica si sviluppa nell’arco di una settimana con concerti e incontri con alcuni tra i più celebri interpreti internazionali: oltre a Ramin Bahrami, Danilo Rea, Roberto Prosseda, Saleem Abboud Ashkar, Maurizio Baglini, la violoncellista Silvia Chiesa e i violinisti Giulia Maria e Guido Rimonda che imbraccerà il prezioso Stradivari “Le Noir”.

 

 

Ramin Bahrami è uno dei più grandi interpreti contemporanei di Johann Sebastian Bach: folgorato da piccolo dalla Sesta Partita in mi minore di Bach eseguita da Glenn Gould, decise che avrebbe perseguito la missione di diffondere nel mondo la musica bachiana.

 

 E’ nato in Iran, da dove scappò ancora bambino dopo che suo padre fu assassinato con l’accusa di essere un oppositore della Repubblica Islamica e di aver collaborato con lo Scià. Rifugiato in Italia, si è diplomato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, sotto la guida del M° Piero Rattalino; dopo  significative specializzazioni in Italia e in Germania, ha avviato la sua brillante carriera internazionale. Oggi vive a Stoccarda.

 

Ramin Barhami, oltre che un grande esecutore e un interprete straordinario, è uno studioso ed uno scrittore notevole e di qualità: ha scritto infatti pregevoli saggi quali “Come Bach mi ha salvato la vita” e “Nonno Bach. La musica spiegata ai bambini”.

 

  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.