Navigazione veloce

PREMIAZIONE DEL VIDEO AL CONCORSO “DONARE VITA”

PREMIAZIONE DEL VIDEO AL CONCORSO “DONARE VITA”

 

Riconoscimento al cortometraggio dei ragazzi della 5CL

 

E’ stato premiato domenica scorsa, in un evento della settimana del BAFF, il cortometraggio che alcuni studenti della 5CL hanno presentato per il concorso “Donare vita”, lanciato da AVIS di Busto Arsizio alla fine del 2017 nelle scuole secondarie cittadine.

Non senza qualche delusione da parte dei ragazzi, che hanno prodotto un corto davvero significativo, efficace ed originale che avrebbe meritato di più, il video ha ricevuto il secondo premio dalla giuria coordinata dal presidente di Avis Marco Roncari e composta da Luigi Pinciroli, consigliere Avis, Giovanni Trotti, medico, consigliere Avis, Gilberto Squizzato, regista, direttore responsabile della rivista Avis, Minnie Ferrara, direttrice dell’Istituto Antonioni, Miriam Arabini, assessore all’inclusione sociale di Busto Arsizio, Claudio Merletti, provveditore agli studi della provincia di Varese e Federico Brugia, affermato regista pubblicitario milanese.

In occasione dell’ottantesimo anno di attività la sezione cittadina dell’AVIS ha deciso di rinnovare gli strumenti per divulgare tra i giovani la missione dell’associazione e sensibilizzarli sulla figura del donatore. Da qui la scelta del concorso di affidare a dei ragazzi il compito di “reinventare” la comunicazione di un gesto di responsabilità e solidarietà, con un linguaggio fresco e immediato, adatto a fare presa sui loro coetanei.

La storia che hanno ideato, sceneggiato, interpretato e girato con la collaborazione dell’ICMA, Istituto Cinematografico Michelangelo Antonioni, racconta di cinque neo diciottenni che si aspettano con ansia il loro diciottesimo compleanno: immaginano di ricevere un bel regalo, un regalo importante perché raggiungono la maggiore età, sognano una macchina, un viaggio, un paio di scarpe strepitose…  Ma uno di loro pensa di non voler ricevere, vuole invece donare, desidera qualcosa di altrettanto speciale per i diciotto anni: un grande gesto di altruismo e solidarietà, senza prezzo concreto ma con un valore impagabile.

Complimenti a Camilla, Daniele, Riccardo, Stefano, Alice, Patrizia, Edoardo, Francesca e Martina che hanno lavorato con entusiasmo insieme al loro prof. Gigi Bellotti, promotore dell’iniziativa.

 

  • Condividi questo post su Facebook

Non è possibile inserire commenti.